Canapa: i benefici ed i vari utilizzi di questa pianta

0

Parlare in generale della canapa e di tutte le sue molteplici proprietà può risultare difficoltoso, è tuttavia necessario spendere delle parole e dare uno sguardo d’insieme a questa straordinaria pianta.

Le origini della canapa, il cui nome scientifico è Cannabis Sativa L., affondano le radici in Asia Centrale, dove era conosciuta ed apprezzata già intorno al 1000 a.C. Furono i popoli dell’India, della Cina, dell’Asia Sud-Orientale e del Medio Oriente i primi ad apprezzarne le proprietà terapeutiche.

Nel corso degli anni però l’uso della canapa ha perso il ruolo che le spetta. Alla fine degli anni ‘30 negli Stati Uniti partì una campagna a sfavore di questa pianta che portò ripercussioni in tutto il Mondo. Basti immaginare alle conseguenze economiche in Italia che era uno dei maggiori produttore mondiale.

Per fortuna, negli ultimi anni,la canapa è stata riscoperta e riportata nel posto che merita ed è giusto, nonché doveroso, approfondire tutti i benefici e gli utilizzi di questa pianta.

 

Benefici ed Utilizzi della canapa

  • Integratore alimentare: la canapa, ed in particolar modo i suoi semi, può rivelarsi un ottimo integratore alimentare laddove vi siano delle carenze. Sono contenuti infatti buoni quantitativi di acidi polinsaturi (omega 3 – omega 6), sali minerali (calcio, potassio, magnesio, rame, fosforo), vitamine (E-D-B1-B2-B6) e proteine. L’uso di canapa nell’alimentazione è fortemente raccomandata a chi segue uno stile vegano, poiché è in grado di garantire tutti i principi nutrizionali necessari.
  • Fonte di proteine: nella canapa, come abbiamo detto,  sono contenuti apprezzabili quantitativi di proteine, comprendenti tutti gli aminoacidi essenziali, ottimamente proporzionati e ben digeribili.
  • Sollievo per ansia e stress: nella canapa, soprattutto nei suoi fiori, sono contenute sostanze preziose come terpenoidi, flavonoidi, terpeni capaci di mantenere sotto controllo e apportare sollievo, in maniera naturale, nei casi di stati d’ansia e stress.
  • Benefici per il sistema cardiovascolare: la canapa, grazie ad i suoi semi, riesce ad apportare beneficio al sistema cardiovascolare. Questo perché in essi sono contenute sostanze capaci di dilatare l’apparato arterioso e promuovere così un corretto flusso sanguigno. Si apprezzano ottimi risultati anche nella lotta contro il colesterolo “cattivo” e nei problemi di ipertensione.
  • Garantisce un equilibrio ormonale: mantenere un buon equilibrio ormonale permette ai nostri organi interni di funzionare al meglio garantendo benessere e suona salute. Nella canapa sono contenute apprezzabili quantità di acido gamma-linoleico funzionale proprio a tale scopo. E’ quindi consigliabile l’uso della canapa nei casi in cui vi sia necessità di ristabilire l’equilibrio ormonale o, perché no, in via preventiva.
  • Salute per pelle, capelli ed unghie: oltre alle proprietà curative, la canapa vanta ottime capacità cosmetiche. E’ proprio sulla pelle, capelli ed unghie che esplica queste qualità. Grazie alla presenza massiccia di vitamine le cellule sono rigenerate quindi, pelle, capelli ed unghie sono rinvigoriti e rinforzati. Per quanto riguarda le unghie, in particolare, l’olio estratto dei semi di canapa ha effetti antimicotici utile nei casi di onicomicosi.

 

Gli utilizzi che non ti aspetti

Forse non tutti sanno che la canapa è impiegata per scopi diversi dalla salute, in senso stretto, e la cosmesi.

La canapa può essere infatti utilizzata per:

  • produrre tessuti: l’uso della canapa per produrre stoffe è antichissimo. Da essa si ricavano tessuti morbidi ma resistenti, freschi e traspiranti che lasciano passare l’aria nella stagione calda e trattengono il calore in quella fredda. Assorbe l’umidità corporea rilasciandola all’esterno. Le stoffe in canapa hanno una capacità che forse in pochi conoscono, sono in grado di assorbire i raggi UVA ed infrarossi e di fare da schermo ai campi di radiazioni elettrostatici ed elettromagnetici.
  • produrre carta: per diversi secoli, fino alla fine del 1800, la maggior parte della carta era prodotta dalla canapa. La cellulosa estratta dal fusto della canapa risulta essere molto più morbida e chiara rispetto a quella estratta dal legno. Pertanto, in fase di lavorazione, non deve subire processi di sbiancamento attraverso trattamenti con sostanze chimiche tossiche.
  • uso in edilizia: la fibra di canapa, mixata sapientemente alla calce idraulica, può rivelarsi un ottimo materiale edile. Non è raro infatti, trovare edifici francesi risalenti al 500 d.C. costruiti con questo materiale. La scelta del mix canapa-calce idraulica è dettata, oltre che dalla necessità di avere un materiale naturale ma resistente, anche dalla spiccate qualità isolanti, sia termico che acustico, funzionali al risparmio energetico e, cosa non da poco, resistenza agli incendi.

In conclusione

Dopo l’analisi che abbiamo fatto sulla canapa appare evidente che le spetta un ruolo di rilievo sia per quel che concerne la salute ed il benessere che per ciò che riguarda l’aspetto economico ed ecologico che sempre più importanza ha negli ultimi anni.

Una risorsa naturale che apporta benefici all’apparato cardiovascolare ed a quello psicologico (ansie, stress…) che sono le sfere sottoposte a più pressione a causa dello stile di vita frenetico dei nostri tempi.

Una fonte alternativa e a buon mercato, ma al tempo stesso valida, in ambito edilizio capace di fronteggiare magistralmente il periodo di crisi economica che stiamo attraversando.

Insomma, la canapa è una risorsa a cui non dovremmo mai rinunciare, una risorsa efficace a 360°.

Share.

About Author

Leave A Reply